Viaggio in Borgogna // 31/5 – 3/6 2019
PROGRAMMA
1° giorno (Venerdì 31 maggio) – Milano – Brou – Abbazia di Citeaux – Chalon-sur-Saone
Di buon mattino ritrovo dei Signori Partecipanti al QT8 Milano e partenza in pullman via autostrada . Pranzo in ristorante in zona. Visita al Monastero reale di Brou, edificato dal 1505 al 1532 da Margherita d’Austria reggente dei Paesi Bassi, è il capolavoro che ella ha voluto per perpetuare la sua gloria ed il suo amore per il suo sposo Filiberto il Bello, duca di Savoia. La chiesa è un gioiello in stile gotico fiammeggiante riccamente decorato. Nel pomeriggio proseguimento per l’Abbazia di Citeaux, culla dell’ordine cistercense, dove si svolgerà la visita guidata. E’ qui che San Bernardo di Chiaravalle iniziò la sua vita monastica. Con il tempo Bernardo diverrà uno dei più fortunati promotori della riforme cistercense dando vita ad un’escalation nella fondazione o incorporazione di monasteri che, all’inizio del XIII sec. superavano il numero di 500. Ancor oggi, dopo varie traversie, Citeaux è sede di una Comunità dell’ordine cistercense della stretta Osservanza e conta circa 35 membri. Al termine proseguimento per Chalon sur Saone e sistemazione nelle stanze riservate. Cena e pernottamento.

2° giorno (Sabato 01 giugno) – Chalon-sur-Saone (esc. Abbazie di Fontenay, Vézelay e Autun)
Pensione completa. Intera giornata di escursione. Prima tappa alla splendida Abbazia cistercense di Fontenay, fondata nel 1118 da Bernardo di Chiaravalle. Mantiene gran parte del suo aspetto originario, tra cui la chiesa, il dormitorio, il chiostro e la sala capitolare, tutti costruiti in stile romanico. Più tardi vennero aggiunti la sala dell’abate e un’infermeria. Dopo la visita si prosegue per Vézelay, piccolo borgo medievale. Visita dei più importanti monumenti della città ed in particolare della grande chiesa abbaziale cistercense di Sainte Madeleine, centro di pellegrinaggi medievali, uno dei capolavori dell’architettura romanica, patrimonio dell’Unesco. Ultima tappa della giornata ad Autun, tranquilla cittadina d’arte della Borgogna. Visita dei resti romani e della Cattedrale di S. Lazzaro del 1120, monumento storico di Francia dal 1840. Pranzo in ristorante in corso di visite. Rientro a Chalon per cena e pernottamento in albergo.

3° giorno (Domenica 02 giugno) – Chalon-sur-Saone (esc. Cluny – Charlieu – Paray Le Monial)
Prima colazione. Partenza per Cluny e visita dell’Abbazia, fondata nel X secolo. Durante il Medioevo ebbe un’importanza determinante grazie all’ influenza spirituale esercitata ed al conseguente ruolo pacificatore nel mondo feudale che fornì un contributo all’insediamento della cultura europea. Benché demolita in gran parte dalla Rivoluzione, l’abbazia ha conservato vestigia che rivelano il suo gigantismo ed il suo passato splendore. Pranzo in ristorante e proseguimento per l’abbazia di Charlieu con facciata e sculture romaniche. Fondata nel 872, l’abbazia fu consacrata nel 1094; ogni facciata e ogni timpano della chiesa richiamano la fede cristiana medioevale. La raffinatezza e la bellezza architettonica trovano la massima espressione nella facciata principale che raffigura, fra l’altro, la trasfigurazione di Cristo. Al termine, partenza per la visita di Paray -Le-Monial, capoluogo della Borgogna romanica, uno dei grandi centri religiosi e spirituali di Francia. Visita alla Basilica del Sacro Cuore, in stile romanico-cluniacense e alla cappella delle Visitandine. Rientro a Chalon cena e pernottamento.

4° giorno (Lunedì 03 giugno) – Chalon-sur-Saone – Tournus – Taizé – Milano
Prima colazione. Partenza per Tournus, visita dell’Abbazia, in stile romanico, eretta tra il X e il XII sec.La navata della chiesa è immersa in una luce rosata; il transetto e il coro mostrano la rapida evoluzione dell’arte romanica, con la bianchezza della loro pietra. Gli edifici abbaziali (cellaio, refettorio, sala capitolare) sono ordinatamente disposti intorno al chiostro, mentre la dimora dell’abate della fine del XV sec. sorge a due passi. La cripta del X sec. e il suo profondo pozzo meritano la visita. Dopo la visita, si prosegue per Taizé, per l’incontro con la Comunità cristiana monastica ecumenica ed internazionale fondata nel 1940 da Roger Schutz, meglio conosciuto come frère Roger. Breve incontro e momento di preghiera. Pranzo lungo il percorso e rientro a Milano in tarda serata.
MAPPA